Focaccia Genovese

Forse dovrei scrivere LA MIA VERSIONE di focaccia…..

Questo impasto in realtà è quello che uso più spesso per le focacce in generale, genovesi e non, è uno di quegli impasti che da sempre soddisfazioni ed è per questo che si riesce ad utilizzare in modo vario.

Quello che rende questo impasto una focaccia alla genovese è senza dubbio la presenza di abbondante olio e sale usati per finirla.

Per essere una fugassa che si rispetti dev’essere così, unta e salata! Goduria pura!

Ingredienti per una teglia da 40 cm X 30 cm:

  • 325 g di farina 00
  • 260 g di acqua fredda
  • 22 g di olio evo
  • 7 g di sale
  • 5 g di malto o zucchero o miele
  • 3 g di lievito di birra fresco (1 g di lievito di birra secco)

Procedimento:

Sciogliere il lievito in metà acqua, aggiungere lo zucchero, il malto, l’olio e metà farina.

Versare tutto in planetaria e iniziare ad impastare, aggiungere la restante acqua e farina e impastare (questo impasto risulterà parecchio morbido quindi potete usare anche la foglia).

Quando gli ingredienti inizieranno ad essere amalgamati aggiungere il sale, ben distante dall’inserimento del lievito che altrimenti sarebbe danneggiato.

Impastare finchè l’impasto sarà ben incordato.

Mettere l’impasto su una spianatoia e lasciarlo riposare 30 minuti.

Sarà molto morbido, ma non fatevi scoraggiare e soprattutto non aggiungete farina!

Passata la mezz’ora fare le pieghe a portafoglio alla pasta, almeno due volte.

Nella teglia dove andremo a cuocere la focaccia versare abbondante olio evo.

Adagiare l’impasto e ungere anche la superficie, coprire con la pellicola e riporre a lievitare nel forno spento con la luce accesa.

Dopo circa 3 ore schiacciare delicatamente l’impasto nella teglia fino a coprire bene tutta la superficie, facendo attenzione a non stirarlo.

Cospargere di sale fino, questo servirà a non far seccare l’impasto creando una crosticina.

Rimettere in forno spento con luce accesa per circa due ore.

Se volete condire la focaccia è questo il momento di preparare i vari condimenti e lasciarli riposare in modo che si insaporiscano bene, ad esempio potete tagliare i pomodorini a metà e condirli con olio, sale e origano oppure affettare la cipolla sottile e condirla con olio e sale.

Una volta che la focaccia sarà ben lievitata versare sulla superficie qualche cucchiaio di olio evo e pari acqua, distribuire questa salamoia su tutta la superficie e fare i classici buchi della focaccia genovese.

In questo modo la salamoia entrerà nei buchi donandogli umidità durante la cottura in modo da ottenere il classico colore bianco.

Aggiungere i vari condimenti scelti come i pomodori, la cipolla, le olive ecc…

Cuocere a 220 – 240 gradi per 15 minuti circa.

Sfornare e lucidare con dell’olio evo.

IL NOSTRO ABBINAMENTO:

Birra: Bianconiglio – Consorzio Birre (ABV 5,5%)

Stile: White IPA

Aspetto: Birra dal color giallo paglierino, assimilabile ad una blanche, schiuma abbondante e bianca.

Aroma: al naso predominano le note fruttate ed agrumate del luppolo.

Gusto: è un birra molto fresca, l’amaro è spiccato ma non disturba, il fruttato e l’agrume sono ben percettibili al palato.

Fa parte della “Collaborative series” del Birrificio Rurale, prodotta in collaborazione con Brewberry per il Consorzio Birre di Sesto San Giovanni.

È una birra molto fresca, estiva e beverina. Ottima per un aperitivo abbinata ad un bel pezzo di focaccia genovese, unta e gustosa. La frizzantezza e l’amaro aiutano a “ripulire” la bocca dall’untuosità dell’olio della focaccia invogliando a mangiarne ancora

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s